AMD: patch in arrivo per i problemi di prestazioni di Windows 11

AMD: patch in arrivo per i problemi di prestazioni di Windows 11

AMD: patch in arrivo per i problemi di prestazioni di Windows 11

Da quando l’aggiornamento di Windows 11 ha iniziato a essere distribuito all’inizio della settimana, alcune persone hanno commentato gli impatti sulle prestazioni con alcune configurazioni hardware / software. AMD ha confermato che i problemi sono presenti con alcuni dei suoi processori e ha pubblicato un articolo di supporto che affronta la variazione delle prestazioni di Windows 11 in alcune applicazioni su processori AMD compatibili.

In sintesi, ci sono problemi con il modo in cui Windows 11 interagisce con la cache L3 e il modo in cui funziona con la tecnologia ‘preferred core’ di AMD. AMD ci assicura che sta lavorando a stretto contatto con Microsoft sui problemi e un aggiornamento di Windows sarà consegnato per affrontarli, probabilmente verso la fine di questo mese. Per gli impazienti, solo l’opzione nucleare di tornare a Windows 10 è suggerita come soluzione.

Il più grande dei due problemi sembra essere dove la latenza della cache L3 sui moderni processori AMD sembra triplicare. AMD dice che le applicazioni sensibili alla memoria sono più gravemente colpite da questo problema. In termini pratici, le applicazioni colpite vedranno un rallentamento dell’elaborazione nell’ordine di grandezza dal 3 al 5 per cento. I giocatori farebbero meglio a stare attenti però, specialmente quelli che amano i titoli eSports, poiché questi sono stati visti rallentare dal 10 al 15 per cento.

AMD non fornisce alcuna stima del potenziale impatto sulle prestazioni della sua tecnologia UEFI CPPC2 (‘preferred core’) che non funziona correttamente in Windows 11. Il ‘bug’ qui suona un po’ hit-and-miss, con i core più veloci del vostro processore AMD non sempre scelti per masticare attraverso compiti con meno thread. Questo effetto è più probabile che si senta quando si ha un processore>8-core con TDP superiore a 65W, dice AMD. Con il maggior numero di core, è semplicemente probabile che ci sia una maggiore differenza di prestazioni tra i core più veloci e quelli più lenti disponibili.

Gli utenti AMD / Windows 11 interessati sono probabilmente meglio consigliati di sedersi e soffrire tranquillamente, mettendo le prestazioni potenziali perse in fondo alla loro mente. Quando arrivano gli aggiornamenti, si può almeno essere confortati dalla relativa facilità di Windows Update che fa le sue cose. Fortunatamente, queste correzioni non hanno bisogno dell’input del fornitore della scheda madre o di file BIOS aggiornati, ecc.

Altre storie
La sciatrice olimpica Eileen Gu è la merce più calda della Cina
La sciatrice olimpica Eileen Gu è la merce più calda della Cina