Barry Keoghan è la scelta giusta per il nemico di Batman [SPOILER]? Guarda la sua performance inquietante in questo indie

Barry Keoghan è la scelta giusta per il nemico di Batman [SPOILER]? Guarda la sua performance inquietante in questo indie

ALLARME SPOILER: Non leggete se non avete ancora visto “The Batman”.

Anche se Barry Keoghan è un affermato attore di personaggi che ha messo in performance memorabili in diversi film di alto profilo, come “Dunkirk”, “Eternals” e “The Green Knight”, è il suo breve cameo alla fine di “The Batman” che potrebbe farlo diventare un nome familiare. Nel manicomio di Arkham con l’Enigmista (Paul Dano), i due hanno una sessione di conversazione dietro le sbarre sulle loro ideologie criminali, che include il personaggio di Keoghan che menziona la parola “clown” e fa una risata molto sinistra. Non ci vuole il più grande detective del mondo per capire che questa figura – anche se visibile solo di profilo e indicata nei titoli di coda come “Unseen Arkham Prisoner” – tornerà a perseguitare Batman come un’altra incarnazione del Joker.

Oltre ad essere il nemico più iconico di Batman, il ruolo ha attirato i reali di Hollywood, facendo guadagnare a Heath Ledger e Joaquin Phoenix l’Oscar per le loro performance oscure. Mentre il Joker è tipicamente interpretato da grandi star, tra cui Jack Nicholson, Jared Leto e persino Mark Hamill in una performance vocale preferita dai fan, Keoghan potrebbe colpire gli spettatori come un po’ un jolly.

Ma non temete: Chiunque abbia familiarità con il lavoro di Keoghan in un inquietante film indipendente del 2017 saprà che è una scelta ispirata – e chiunque sia nuovo alle sue interpretazioni dovrebbe controllarlo immediatamente. Quel film è l’inquietante “The Killing of a Sacred Deer” di Yorgos Lanthimos, un thriller su piccola scala sulla famiglia Murphy, guidata dalle co-star di “Batman” Colin Farrell e Nicole Kidman, torturata da un giovane uomo di nome Martin (Keoghan), che entra nella loro vita attraverso circostanze misteriose.

Il film è pieno di colpi di scena inquietanti, ma basta dire che Keoghan è un cattivo ossessionante, pieno di espressioni vuote e sguardi impietosi anche nei momenti più angoscianti. Inoltre, le sue opinioni sulla giustizia e la moralità sono risolute ma scivolose sia per i Murphy che per il pubblico. Il DNA di Martin è così in linea con la peculiare illegalità e il mistero del Joker di Ledger che questo film potrebbe praticamente essere canonico, una storia di origine di un supercattivo agli esordi. Anche le piccole sfumature fisiche della recitazione di Keoghan – gesti e movimenti strani mentre fissa, cammina e persino mangia spaghetti – renderebbero la sua performance fuori dallo schermo come Joker.

Per quanto riguarda il futuro esatto del personaggio in questa nuova serie di “Batman”? E’ incerto, dato che il regista Matt Reeves ha recentemente parlato con Adam B. Vary di Variety su come la scena non era intesa a prendere specificatamente in giro il sequel, ma piuttosto a mostrare la struttura della malavita di Gotham.

“Non ho mai cercato di dire: ‘Ehi, indovinate un po’, ecco il Joker. Il prossimo film!” Ha detto Reeves. “Non è mai stata questa l’idea. L’idea era più quella di dire: ‘Ehi, senti, sai una cosa? Se pensate che i problemi andranno via a Gotham, potete scordarvelo. Stanno già nascendo. E’ già qui. Ed è già delizioso.'”

Provate il trailer di “Killing of a Sacred Deer” qui sotto, e guardate l’intero film su Netflix se volete ammirare la performance di Keoghan.

lettore di schermo opzionale

Leggi di più su:

Altre storie
Recensione di BlockFi: BlockFi è sicuro, legale e vale il tuo tempo?
Recensione di BlockFi: BlockFi è sicuro, legale e vale il tuo tempo?