Beanstalk Farms offre un patteggiamento agli autori dell’exploit da 76 milioni di dollari

Beanstalk Farms offre un patteggiamento agli autori dell’exploit da 76 milioni di dollari

Beanstalk Farms ha offerto una taglia whitehat agli sfruttatori e ha delineato i suoi piani andando avanti se non dovesse avere successo nella sua richiesta.

1605 Visualizzazioni totali

20 Azioni totali

Beanstalk Farms offers plea deal to perpetrators of M exploit

Beanstalk Farms, un protocollo stablecoin basato sul credito sfruttato per circa $76 milioni in cripto il 18 aprile, ha offerto una taglia del 10% se gli attaccanti restituiscono i fondi.

L’offerta è stata pubblicata sul Twitter della società e inviata agli attaccanti tramite un messaggio on-chain il giorno seguente. Proponeva che gli sfruttatori restituissero il 90% dei fondi rubati al portafoglio multisignature di Beanstalk Farms.

In cambio, gli sfruttatori saranno autorizzati a tenere il restante 10% come whitehat bounty – un accordo offerto dalle piattaforme per premiare gli individui per la segnalazione di exploit di sicurezza e vulnerabilità.

Come precedentemente riportato da Cointelegraph, l’exploit da 76 milioni di dollari, che inizialmente si pensava fosse di circa 182 milioni di dollari, non è stato considerato un hack, in quanto gli smart contract e le procedure di governance utilizzate per effettuare il trasferimento avevano funzionato come progettato.

Se restituirete il 90% dei fondi prelevati al portafoglio multi-sig di Beanstalk Farms 0x21DE18B6A8f78eDe6D16C50A167f6B222DC08DF7, Beanstalk tratterà il restante 10% come una taglia Whitehat dovuta a voi.

– Beanstalk Farms (@BeanstalkFarms) April 18, 2022

Durante un podcast lunedì, i fondatori di Beanstalk tra cui Benjamin Weintraub, Brendan Sanderson e Michael Montoya hanno ammesso che i difetti nel suo design “alla fine hanno portato alla sua rovina” Una dichiarazione di martedì ha affermato che un problema precedentemente sconosciuto con il processo di governance di Beanstalk era il meccanismo utilizzato per l’exploit.

Related: Aziende agricole Beanstalk perde $182M in DeFi governance exploit

La dichiarazione di martedì ha anche aggiunto che ha temporaneamente spento la governance del protocollo e messo in pausa Beanstalk mentre si prepara una strategia per rilanciare con un percorso in avanti.

Il portavoce Weintraub è tornato al podcast martedì per discutere un percorso in avanti per l’azienda, che include una sorta di raccolta fondi.

“Cominciamo con qual è il problema. Beanstalk ha avuto qualcosa come 76 milioni di dollari rubati ieri. Ora, ha bisogno di recuperare il più possibile di quei soldi. Non ha bisogno di recuperare tutti quei soldi”.

Weintraub ha ventilato una serie di possibilità per raccogliere i fondi richiesti nel caso in cui l’sfruttatore non riuscisse a restituire i fondi, come l’offerta di un token di nuova creazione o il taglio delle partecipazioni in token dei suoi utenti, noti come Pods, Stalk e Beans. Pods, Stalk e Beans sono i token ERC-20 utilizzati per alimentare il protocollo stablecoin basato sul credito.

Tuttavia, Weintraub ammette che la struttura specifica per raccogliere il capitale è ancora “molto in aria”, ma è rimasto ottimista sulla sopravvivenza del protocollo.

“Dalla nostra prospettiva, Beanstalk non sta andando da nessuna parte. Beanstalk Farms non va da nessuna parte. La vera domanda è quanto dei 76 milioni di dollari Beanstalk è in grado di fare crowdsourcing. Questo non è il peggior posto in cui trovarsi, ragazzi”

Beanstalk Farms offre un patteggiamento agli autori dell'exploit da 76 milioni di dollari

Altre storie
Batgirl ha scelto Ivory Aquino come primo personaggio transgender in un film del DCEU
Batgirl ha scelto Ivory Aquino come primo personaggio transgender in un film del DCEU