Ethereum, Cardano e Bitcoin? Il perché e il perché non della diversificazione delle criptovalute

Ethereum, Cardano e Bitcoin? Il perché e il perché non della diversificazione delle criptovalute

La diversificazione è uno dei principi fondamentali dell’investimento che aiuta a ridurre il rischio di un portafoglio. Quando si costruisce un portafoglio di criptovalute, gestire il rischio in questo mercato volatile è essenziale per proteggersi dai rischi. Quindi, come si fa a scegliere i vincitori e i perdenti tra le migliaia di token digitali disponibili?

Inoltre, l’interconnessione del mercato in termini di prezzi e volatilità è essenziale per misurare e gestire il rischio.

Decifrare la connessione

I prezzi delle criptovalute tendono a muoversi in una direzione simile e rimangono sensibili alla volatilità. Secondo uno studio della Federal Reserve Bank di Chicago, gli asset digitali rimangono estremamente sensibili agli shock del mercato.

“I valori dell’indice di connessione che calcolo usando diverse specifiche, dimensioni del campione e finestre temporali variano tra l’86% e il 97%”, ha scritto Filippo Ferroni, un economista senior della Fed di Chicago.

“Da una prospettiva di gestione del rischio, questo suggerisce anche che la creazione di un portafoglio diversificato di criptovalute sarebbe difficile.”

La maggior parte delle variazioni dei prezzi delle criptovalute sono derivate dalle ricadute del mercato. Anche gli shock standard influenzano il mercato. Per esempio – La tendenza al ribasso nel 2018 e la tendenza al rialzo nel 2020. E ora, il conflitto in corso tra Russia e Ucraina.

Scomponendo il tutto

Considera la tabella qui sotto – Evidenzia gli spillover direzionali medi da una criptovaluta alle altre. Misura la misura in cui le fluttuazioni del prezzo di una valuta digitale influenzano, in media, il costo di altre valute digitali.

La valuta che ha generato lo spillover direzionale più significativo è stato il Bitcoin. In particolare, circa il 10% delle fluttuazioni di prezzo delle altre valute ha origine dai cambiamenti del prezzo del Bitcoin. Un’importanza sistemica simile è stata attribuita a Cardano ed Ethereum, che rappresentano una frazione non banale del market cap totale delle criptovalute.

Questo suggerisce che le ricadute direzionali sull’intero periodo del campione sono state relativamente basse. Ogni valuta individualmente ha avuto una piccola ricaduta sui prezzi delle altre valute, ma è stata presa insieme. Queste ricadute sono state più significative degli “shock idiosincratici” di ogni moneta.

I prezzi delle criptovalute sono scesi quest’anno con l’aumento dei tassi da parte della Fed e la guerra ucraina che pesa sul sentimento degli investitori. Bitcoin e Ether sono scesi rispettivamente del 20% e del 10%. Pochi token hanno contrastato le tendenze al ribasso quando la pandemia di Coronavirus nel 2020 e il crypto-ban di Pechino nel 2021 hanno devastato il mercato delle criptovalute.

Tuttavia, alcuni asset digitali sono rimasti abbastanza solidi da registrare impennate, nonostante la correzione del prezzo di BTC nel 2022.

Shubham è un giornalista a tempo pieno presso AMBCrypto. Laureato in Contabilità e Finanza, gli scritti di Shubham si concentrano principalmente sulla cripto-regolamentazione negli Stati Uniti e in Europa. Inoltre, un fan sfegatato del Chelsea #KTBFFH.

Altre storie
Recensione di Far Cry 6
Recensione di Far Cry 6