‘Everything Everywhere All At Once’ batte ‘Uncut Gems’ e diventa il film di A24 che ha incassato di più al botteghino nazionale con oltre 50 milioni di dollari

L’essai non è mai morto.

Se volete mantenerla in vita, basta fare film più sbalorditivi e oltraggiosi che possano emozionare il pubblico tra i 18 e i 34 anni.

Questo è il trucco, ed è quello che ha fatto A24 con il film fantasy sulle arti marziali diretto da Dan Kwan e Daniel Scheinert, Everything Everywhere All at Once, che domenica diventerà il film di A24 con il più alto incasso di sempre al botteghino nazionale, con un incasso compreso tra 50 e 52 milioni di dollari. Ieri il film, con un totale di 49,1 milioni di dollari, è diventato il secondo film di A24 con il maggior incasso di sempre negli Stati Uniti, superando il candidato all’Oscar Lady Bird che ha chiuso la sua corsa negli Stati Uniti e in Canada con 48,95 milioni di dollari.

Il risultato nazionale di Everything Everywhere All at Once entro domenica supererà facilmente il precedente film di A24 che aveva incassato di più negli Stati Uniti, il film del 2019 dei fratelli Safdie diretto da Adam Sandler, Uncut Gems, che ha chiuso con 50 milioni di dollari dopo 13 weekend. Everything Everywhere All at Once taglia il traguardo dello studio nel suo nono weekend. Programmato in 1.576 sale, si prevede che il film di Michelle Yeoh, Jamie Lee Curtis, Stephanie Hsu, Ke Huy Quan incassi più o meno 3 milioni di dollari nei prossimi tre giorni.

'Everything Everywhere All At Once' batte 'Uncut Gems' e diventa il film di A24 che ha incassato di più al botteghino nazionale con oltre 50 milioni di dollari‘Stelle a mezzogiorno’ da sinistra, Margaret Qualley e Joe Alwyn.Per gentile concessione di Curiosa Films

Everything Everywhere All at Once segna un record per A24 in un momento ideale in cui lo studio ha l’imbarazzo della scelta al Festival di Cannes, tra cui la serie della HBO Max Irma Vep, il titolo della Quinzaine des Réalisateurs Men di Alex Garland (che aprirà anche negli Stati Uniti questo fine settimana con 3,5 milioni di dollari), When You Finish Saving the World di Jesse Eisenberg alla Settimana della Critica, Stars at Noon di Claire Denis in concorso e God’s Creatures alla Quinzaine des Réalisateurs.

Everything Everywhere All at Once è stato lanciato come un boom sonoro come film di apertura del SXSW a marzo, riportando in auge il festival cinefilo dopo tre anni di assenza a causa di Covid. A24 ha aperto il film con la più alta media di sala dell’anno fino ad oggi, con 50.000 dollari o 501.000 dollari in dieci località nel weekend del 25-27 marzo. Il film non solo ha fatto piovere denaro sui cinema specializzati, alimentato da una campagna pubblicitaria guidata dai social media e dal digitale, ma ha sconfinato nei multiplex metropolitani mainstream come AMC Burbank e NYC Lincoln Square. La produzione AGBO ha visto aumentare le vendite dei biglietti grazie a diverse proiezioni Imax. Il film, con un’incidenza di quasi il 70% tra i 18 e i 34 anni, ha ottenuto cinque stelle nelle uscite di Comscore/Screen Engine PostTrak, con un punteggio complessivo positivo dell’88%, e gli uomini sotto i 25 anni (che hanno raggiunto il 22%) hanno dato al film di Daniels il suo voto migliore con il 90%. Altri grandi gruppi demografici per il film sono stati gli uomini sopra i 25 anni (40% di affluenza, 88% di gradimento), le donne sopra i 25 anni (26% di affluenza, 88% di gradimento) e le donne sotto i 25 anni (13%, 85% di gradimento).

L’horror di Ari Aster, Hereditary, rimane il film di A24 che ha incassato di più in tutto il mondo con 80 milioni di dollari, anche se il film ha chiuso la sua corsa nazionale con 44 milioni di dollari.

Altre storie
Le tariffe di Ethereum Gas sono attualmente il 62% meno care rispetto al mese scorso
Le tariffe di Ethereum Gas sono attualmente il 62% meno care rispetto al mese scorso