Funzionari coreani lasciano il lavoro per unirsi all’industria delle criptovalute, rivela il legislatore

Funzionari coreani lasciano il lavoro per unirsi all’industria delle criptovalute, rivela il legislatore

Korean Officials Quit Jobs to Join Crypto Industry, Lawmaker Reveals

I funzionari pubblici in Corea del Sud stanno sempre più scegliendo opportunità di carriera nel settore delle criptovalute. Alcuni di loro provengono da autorità finanziarie, il che solleva questioni etiche, secondo le conclusioni di un legislatore coreano, citato dai media locali.

Ex funzionari finanziari assunti dalle principali borse coreane

Un numero crescente di funzionari a Seoul stanno lasciando i loro posti di governo e si stanno spostando verso l’industria delle criptovalute, secondo Roh Woong-rae, membro del parlamento coreano del Partito Democratico al potere. Domenica, ha chiesto l’introduzione di regole più severe per quanto riguarda il loro impiego dopo aver lasciato il servizio pubblico.

Citato dal Korea Herald, il legislatore ha rivelato che un impiegato di grado 5 presso il principale regolatore finanziario del paese, la Financial Services Commission (FSC), ha recentemente lasciato la sua posizione per unirsi a Bithumb, che è uno dei principali scambi di beni digitali in Corea del Sud.

Roh ha ammesso che i regolamenti ora non limitano tale occupazione. Allo stesso tempo, egli ritiene che sia del tutto inappropriato per un ex funzionario della FSC unirsi direttamente a una società di criptovalute supervisionata dall’agenzia di regolamentazione per cui ha lavorato.

I funzionari governativi in Corea sono classificati in base alla loro anzianità, con il grado 1 che è il livello più alto. Solo i funzionari di grado 4 e superiori della FSC e del Financial Supervisory Service (FSS), un altro importante ente regolatore, sono attualmente tenuti a sottoporsi a uno screening occupazionale prima di ottenere un lavoro in una società privata.

Secondo il Public Service Ethics Act, i dipendenti governativi di grado superiore al 4 non possono occupare una posizione nel settore privato, quando è rilevante per il loro precedente lavoro, per tre anni dopo la data in cui lasciano l’ente statale. Il cane da guardia antitrust della Corea, la Fair Trade Commission, controlla lo stato di occupazione di tutti i funzionari di grado 7 e oltre, ha aggiunto Noh.

Tuttavia, il legislatore ha sbattuto il comitato etico del servizio pubblico che conduce lo screening dell’occupazione per non aver esaminato a fondo tutti i casi. Ha fornito un esempio con un alto funzionario FSS che era stato responsabile dello spazio fintech prima di trovare un nuovo lavoro a Upbit, un altro grande scambio di criptovalute in Corea del Sud.

Il rappresentante Roh Woong-rae ha sottolineato che il comitato etico non ha visto alcun problema con la mossa. Ma dal suo punto di vista, è difficile capire il risultato dello screening in quanto il funzionario è stato coinvolto in questioni strettamente legate ai beni digitali.

Questi casi non sono limitati ai regolatori finanziari, ha osservato il parlamentare. Ha inoltre rivelato che un ufficiale di polizia dell’agenzia di polizia metropolitana di Seoul, che ha guidato una squadra che indaga sui crimini legati alle criptovalute, si sta preparando ad unirsi anche a Upbit. “Reclutare personale ex e attuale del FSC e della polizia, che sono responsabili dei regolamenti, è molto poco etico, in quanto è più probabile che servano da scudo che da esperti”, ha commentato Roh.

Tag in questa storia

Bithumb, Crypto, cripto aziende, cripto scambi, cripto industria, cripto settore, Criptovalute, Criptovalute, Dipendenti, Occupazione, comitato etico, regolatori finanziari, settore fintech, dipendenti del governo, funzionari del governo, corea, coreano, legislatore, Ufficiale, settore privato, lavori pubblici, funzionari pubblici, regolamenti, regolatori, screening, upbit

Pensi che le autorità coreane renderanno più severe le regole per i funzionari che cercano lavoro con le compagnie di criptovalute? Ditecelo nella sezione commenti qui sotto.

Lubomir Tassev

Lubomir Tassev è un giornalista dell’Europa orientale esperto di tecnologia a cui piace la citazione di Hitchens: “Essere uno scrittore è ciò che sono, piuttosto che ciò che faccio” Oltre a crypto, blockchain e fintech, la politica internazionale e l’economia sono altre due fonti di ispirazione.

90% of Bitcoin's Supply Cap Has Been Issued, Miners Have 119 Years Left to Mine BTC

UK Intelligence Chief Raises Concerns About Use of Digital Renminbi to Control Global Transactions

Image Credits: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Altre storie
Gli Emirati Arabi Uniti incarcerano i promotori di schemi fraudolenti di criptovaluta per cinque anni, i trasgressori devono pagare oltre 270.000 dollari di multe
Gli Emirati Arabi Uniti incarcerano i promotori di schemi fraudolenti di criptovaluta per cinque anni, i trasgressori devono pagare oltre 270.000 dollari di multe