HS2: uno specialista tedesco si aggiudica un contratto da 316 milioni di sterline per gli ascensori

HS2: uno specialista tedesco si aggiudica un contratto da 316 milioni di sterline per gli ascensori

La società tedesca di ascensori TK Elevator si è aggiudicata un contratto del valore di 316 milioni di sterline per la fornitura di 300 ascensori e scale mobili nelle nuove stazioni ferroviarie di HS2.

L’azienda, che ha sede a Dusseldorf nel nord-ovest della Germania, fornirà circa 160 ascensori e 130 scale mobili alle nuove stazioni di Birmingham Curzon Street, Solihull Interchange, Old Oak Common e Londra Euston.

HS2 ha stabilito un accordo quadro con l’azienda, il che significa che il numero di ascensori e scale mobili consegnati potrebbe variare, con un valore previsto tra 207 e 316 milioni di sterline. TK Elevator sarà responsabile della produzione e dell’installazione degli ascensori, e della manutenzione del sistema fino a 20 anni.

A settembre, HS2 ha rilasciato una rosa di tre aziende per il lavoro da 370 milioni di sterline per lo sviluppo della stazione Solihull Interchange. Laing O’Rourke, Skanska e Unity (una joint venture tra Sir Robert McAlpine, VolkerFitzpatrick e WSP) sono in corsa per il contratto, che dovrebbe essere assegnato più tardi quest’anno. Il valore del contratto era salito di 100 milioni di sterline quando HS2 ha lanciato il processo di approvvigionamento a giugno.

La joint venture di Mace con Dragados ha ottenuto a maggio il contratto da 570 milioni di sterline per la costruzione della stazione di Curzon Street, mentre una joint venture di Balfour Beatty, Vinci Construction e Systra (BBVS) sta procedendo con i lavori per lo sviluppo della stazione di Old Oak Common a Londra.

Bechtel, un offerente perdente per il lavoro, aveva montato una sfida legale contro HS2 sulla base del fatto che parti dell’offerta erano state valutate in modo errato e che quindi avrebbe dovuto vincere il contratto. Ma il giudice ha respinto il caso.

Altre storie
L’associazione guidata da donne guida la “rinascita del sistema alimentare” con biscotti vegani riciclati
L’associazione guidata da donne guida la “rinascita del sistema alimentare” con biscotti vegani riciclati