Il fondatore di Mobius Capital spiega perché il Bitcoin è in crescita tra la guerra tra Russia e Ucraina

Il fondatore di Mobius Capital spiega perché il Bitcoin è in crescita tra la guerra tra Russia e Ucraina

Mobius Capital Founder Explains Why Bitcoin Is Rallying Amid Russia-Ukraine War

L’investitore veterano Mark Mobius, il fondatore di Mobius Capital, spiega perché il prezzo del bitcoin sta risalendo mentre la crisi Russia-Ucraina si approfondisce. “Bitcoin sta mostrando forza ora perché i russi hanno un modo per far uscire il denaro”, ha detto.

Mark Mobius sul perché il prezzo del Bitcoin sta salendo

Il fondatore di Mobius Capital Partners, Mark Mobius, ha spiegato perché il prezzo del bitcoin sta salendo in un’intervista con la CNBC martedì mentre la crisi tra Russia e Ucraina si intensifica.

Prima di iniziare la sua società, Mobius è stato presidente esecutivo di Templeton Emerging Markets Group. È entrato in Templeton nel 1987 dove ha gestito più di 50 miliardi di dollari in portafogli dei mercati emergenti. Ha fondato Mobius Capital Partners nel marzo 2018.

A Mobius è stato chiesto se comprerebbe bitcoin in questo ambiente, dato che il prezzo del BTC è in rally. “Non sarei un compratore”, ha risposto, ma ha notato: “Se fossi un russo, sarei un compratore”.

Ha continuato a condividere che a Dubai, dove vive, molti stranieri vengono a comprare proprietà. Ha dettagliato: “Stavo parlando con un agente immobiliare ieri. Ha detto che comprano qualsiasi cosa. Prendono i soldi dalla Svizzera, hanno conti bancari svizzeri”

Mobius ha aggiunto: “Se possono pagare con bitcoin. Certo, quella è una via per far uscire i soldi dalla Russia” Ha continuato:

Direi che questo è il motivo per cui il bitcoin sta mostrando forza ora, perché i russi hanno un modo per far uscire i soldi, per far uscire la loro ricchezza.

“Altrimenti sono davvero nei guai con tutte le chiusure di diverse vie per loro di trasferire il denaro fuori”, ha opinato l’investitore veterano.

Mobius è stato a lungo uno scettico di bitcoin. Nel novembre dello scorso anno, ha consigliato alle persone di non guardare alle criptovalute come un mezzo per investire. “È un mezzo per speculare e divertirsi. Ma poi si deve tornare alle azioni alla fine della giornata”, ha consigliato.

Un certo numero di analisti hanno detto che dubitano che le criptovalute possano aiutare la Russia ad eludere le sanzioni. Ari Redbord di TRM Labs, per esempio, ha spiegato sulla CNBC lunedì che mentre la Russia si rivolgerà alle criptovalute, non c’è abbastanza liquidità in quei mercati per permettere a Mosca di affrontare le pesanti sanzioni imposte dagli Stati Uniti e dai suoi alleati.

Cosa pensi dei commenti di Mark Mobius? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto.

Kevin Helms

Studente di economia austriaca, Kevin ha scoperto Bitcoin nel 2011 e da allora è un evangelista. I suoi interessi riguardano la sicurezza di Bitcoin, i sistemi open-source, gli effetti di rete e l’intersezione tra economia e crittografia.

Data Shows Ruble-Denominated Crypto Trading Has Spiked, RUB Represents Over 2% of USDT Trades

Data Shows Ruble-Denominated BTC Volume Rising, BTC-RUB Prices Jump as High as K

Image Credits: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, o una raccomandazione o approvazione di qualsiasi prodotto, servizio o società. Bitcoin.com non fornisce consigli di investimento, fiscali, legali o contabili. Né l’azienda né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causata o presunta causata da o in connessione con l’uso o l’affidamento a qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Altre storie
OL: Juninho non ha dimenticato questo attaccante dello Zenit
OL: Juninho non ha dimenticato questo attaccante dello Zenit