Il primo bancomat di criptovaluta sarebbe stato installato in Uruguay

Il primo bancomat di criptovaluta sarebbe stato installato in Uruguay

uruguay

Il primo bancomat di criptovaluta è stato installato in Uruguay, sviluppato come iniziativa congiunta tra Urubit e Inbierto, due aziende nazionali di criptovaluta. Questo rappresenta una pietra miliare per il paese, che secondo le stime ha tra 40K e 50K utenti di criptovaluta, la cui via principale per l’acquisto di cripto si basa sui mercati peer-to-peer.

L’Uruguay entra nell’era dei bancomat criptati

L’Uruguay ha ricevuto il suo segnalato primo bancomat di criptovaluta nel suo territorio, che è già installato a Punta del Este, una città situata nel sud-est del paese. La macchina di criptovaluta è stata sviluppata da due aziende nazionali di criptovaluta: Urubit e Inbierto. La prima si è concentrata sulla parte software del sistema, e la seconda ha fornito l’hardware per il bancomat.

Adolfo Varela, CEO di Inbierto, afferma che uno degli obiettivi di questa macchina è quello di creare fiducia nel mercato delle criptovalute nel paese, dove la maggior parte del commercio di cripto avviene in mercati peer-to-peer che non possono passare attraverso le banche a causa della mancanza di regolamenti. Con un bancomat per criptovalute, la possibilità di essere vittima di una truffa è stata eliminata. Varela crede che continueranno a crescere ed estendere la loro rete di bancomat per criptovalute in tutto il paese. Ha dichiarato:

Abbiamo intenzione di continuare a crescere a Maldonado, poi Colonia, Montevideo ed entro la fine dell’anno vogliamo avere una copertura su tutto il territorio nazionale. Con questo ci è successo che altri paesi ci hanno consultato per poterlo installare.

Il bancomat cripto installato supporta solo cinque criptovalute (che includono due token nazionali): ferret token, urubit, bitcoin, binance coin (BNB), e binance USD (BUSD). Le società non hanno introdotto il supporto Ethereum alle macchine perché si basano sulla Binance Smart Chain (BSC) per elaborare le transazioni. Varela ha spiegato che le tasse di Ethereum avrebbero dissuaso gli utenti dall’utilizzare la macchina, ed è per questo che si è optato per l’integrazione BSC.

La regolamentazione una zona grigia nel paese

La regolamentazione delle criptovalute rimane una zona grigia nel paese, ma la banca centrale ha rilasciato una dichiarazione nell’ottobre dello scorso anno, dichiarando che questi beni non sono legali o illegali, e che i cittadini possono usarli pur essendo consapevoli dei rischi che portano.

In un documento emesso in dicembre, la Banca Centrale dell’Uruguay stabilisce una tabella di marcia per la regolamentazione delle attività cripto, proponendo di rivedere le leggi attuali e apportare modifiche per includerle in vari regolamenti esistenti, invece di creare una legge sui beni virtuali per includere l’universo di queste attività in un solo progetto.

Cosa ne pensi del lancio del primo bancomat cripto in Uruguay? Ditecelo nella sezione commenti qui sotto.

sergio@bitcoin.com'

Sergio Goschenko

Sergio è un giornalista di criptovalute con sede in Venezuela. Si descrive come se fosse entrato tardi nel gioco, entrando nella criptosfera quando l’aumento dei prezzi è avvenuto nel dicembre 2017. Avendo un background di ingegneria informatica, vivendo in Venezuela, ed essendo influenzato dal boom delle criptovalute a livello sociale, offre un punto di vista diverso sul successo delle criptovalute e su come aiuta i non bancarizzati e i non serviti.

Report: Kenya Set to Scale Up Adoption of Cryptocurrencies in 2022

Report: Pakistan Likely to Earn Billions From Cryptocurrency

Image Credits: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, o una raccomandazione o approvazione di qualsiasi prodotto, servizio o società. Bitcoin.com non fornisce consigli di investimento, fiscali, legali o contabili. Né l’azienda né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causata o presunta causata da o in connessione con l’uso o l’affidamento a qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Altre storie
Salisburgo – LOSC: la probabile formazione con Yimaz e David in attacco
Salisburgo – LOSC: la probabile formazione con Yimaz e David in attacco