Imparare a suonare una chitarra ritmica solida come il rock

Imparare a suonare una chitarra ritmica solida come il rock

Ehi, amico chitarrista! AcousticGuitar.com è qui per sostenerti con articoli fantastici (come questo). Se ti piace quello che facciamo, ti preghiamo di donare 1 dollaro (o quello che puoi permetterti) a sostegno del nostro lavoro.

Dal numero di marzo/aprile 2022 di Acoustic Guitar | Di Cathy Fink

Ho sempre trovato molto soddisfacente suonare la chitarra ritmica. Mentre alcuni suonatori e ascoltatori potrebbero trovare la chitarra solista più eccitante, la ritmica gioca un ruolo molto importante come sfondo della canzone. In un contesto d’insieme, la chitarra ritmica può guidare l’intero gruppo, mentre in un contesto solistico agisce come una band a sé stante. Il valore della pratica della chitarra ritmica non può essere esagerato. I migliori musicisti del mondo lo fanno, e diventare un chitarrista ritmico solido come una roccia, con un ottimo tempo, tono e variazione di tecniche è un obiettivo degno di ogni chitarrista. In questa lezione vi mostrerò una serie di esercizi per raggiungere questo obiettivo, in contesti che vanno dallo strumming country e bluegrass all’accompagnamento swing.

Weekly Workout è una serie di esercizi mensili di chitarra composta da interessanti esercitazioni tecniche che faranno lavorare le dita di fretting e picking-hand in modi diversi e offriranno studi musicali che vi aiuteranno a visualizzare ed esplorare la tastiera.

Prima settimana: Boom-Chuck con metronomo

Inizierò con alcune nozioni di base, come l’uso di un metronomo per aiutare a consolidare i tempi. Qualsiasi metronomo funziona, sia esso un’applicazione gratuita o un dispositivo meccanico della vecchia scuola. Spesso uso un’applicazione sul mio telefono, ascoltando con un solo auricolare in modo da poter sentire sia il click che la mia esecuzione.

Iniziate con un tempo moderato, ad esempio 100 bpm. Provate a strimpellare solo con le corde mute, prima sulle battute 1 e 3 (Esempio 1a) e poi sulle 2 e 4 (Esempio 1b). Una volta che vi sentite sicuri nel seguire il ritmo, provate a suonare la radice (G) e la quinta (D) di un accordo di G rispettivamente sulle battute 1 e 3, come mostrato in Esempio 2. Poi, usando solo i colpi bassi, strimpellate un accordo di sol completo sulle battute 2 e 4 (Esempio 3).

Concludete la settimana combinando le note di basso e lo strumming in quello che è noto come il pattern di base boom-chuck – sentito nel country, nel bluegrass e in altri stili americani – come indicato nell’esempio 4 . Anche in questo caso, utilizzate i downstroke per tutto il tempo. Aumentate gradualmente il tempo oltre i 100 bpm, assicurandovi di rimanere in sincronia con il click.

Suggerimento per i principianti #1
Siate i migliori insegnanti di voi stessi registrandovi mentre vi esercitate con un metronomo, ascoltando davvero se state suonando in modo stretto con i click o meno.

Week Two: Ritmi country e bluegrass

Questa settimana si eseguono alcuni semplici ritmi country e bluegrass. L’esempio 5 si basa sullo stesso pattern boom-chuck degli esempi precedenti, ma aggiunge gli accordi di IV (C) e V (D) nella tonalità di G. Continuate a usare il metronomo per questo esercizio, così come per gli altri di questa lezione. Si può provare a suonare le note basse e le corde da sole prima di combinarle. Notate l’uso dei walk-up, singole note di basso che portano da un accordo all’altro, come si vede nella ripetizione della battuta 2, che collega gli accordi di G e C, e nella battuta 6, che fa da ponte tra D e G.

Ora aggiungiamo un nuovo tocco alla strimpellata: un’elegante pennata in levare su battuta 4,5, come mostrato nell’esempio 6. È possibile utilizzare questo approccio anche sulla battuta 2 e mescolare liberamente i ritmi. Date un’occhiata all’esempio 7, che mostra come funziona il concetto su una progressione più lunga, sempre basata sugli accordi di I (G), IV (C) e V (D).

Suggerimento per i principianti #2
Individuate il vostro obiettivo di tempo per una parte ritmica, poi tagliatelo a metà per vedere se riuscite a suonare insieme. A volte i tempi più lenti possono essere impegnativi perché c’è molto tempo tra una battuta e l’altra, ma è necessario essere in grado di suonare lentamente per poter gestire i tempi più veloci con un buon timing.

Week Three: ritmi di valzer 3/4

Nelle ultime due settimane avete appreso schemi di strimpellamento basati sul metro doppio, che contiene un numero pari di battute. Ora vi presenterò alcune idee basate sul metro triplo, ovvero sul tempo di 3/4 o valzer. Questo è un passo di danza davvero fantastico e molte belle canzoni sono valzer: “Ashokan Farewell”, “In the Pines” e, naturalmente, “The Tennessee Waltz”, solo per citarne alcune.

Per suonare alcuni motivi di valzer, spostiamoci nella tonalità di C maggiore e concentriamoci nuovamente sugli accordi di I (C), IV (F) e V (G). (Si noti che nel video utilizzo un capotasto al secondo tasto, trasponendo gli esempi di questa settimana alla tonalità di Re) Come mostrato in Esempio 8, il concetto di base dello strumming è nota bassa/strofa/strofa, tutto in quarti di nota. Si noti che ogni accordo ha uno schema ripetuto di due misure in cui si suona una nota di basso radice nella prima battuta e una quinta nella seconda.

Per ravvivare la situazione si possono aggiungere gli strums in levare imparati la settimana scorsa per il pattern boom-chuck, suonando anche una coppia di note in ottavo per il pattern di basso su ogni battuta discendente, il tutto dimostrato in Esempio 9. Notate che questo esercizio comprende anche dei walkup a tempo di valzer – nella battuta 4 che collegano gli accordi di G e C, e nella battuta 8 che aiutano a spostarsi tra C e G. Trovate che tendete a rallentare quando lavorate su pattern più impegnativi come questi? Esercitate i punti più difficili da soli fino a quando non si sentono a proprio agio, quindi reinseriteli nell’esercizio completo.

Ricevi storie come questa nella tua casella di posta

Suggerimento per principianti #3
Il modo in cui si tiene il plettro fa la differenza nel tono, nella tecnica e nella facilità. Sperimentate varie posizioni per vedere quale funziona meglio per qualsiasi cosa stiate suonando.

Week Four: Ritmi swing

Questa settimana si torna al tempo comune per esplorare i ritmi swing, un suono di accompagnamento completamente diverso. Gli accordi che utilizzerete saranno più colorati rispetto alle settimane precedenti, con seste e settime che daranno un sapore jazzistico. Iniziate con una semplice progressione I-IV-V-I nella tonalità di G (G6-C6-D7/A-G6), come indicato nell’esempio 10 , mantenendo un polso sciolto e strimpellando un accordo per battuta. Si noti che sulle forme G6 e D7/A, una corda interna viene smorzata dalla parte inferiore del terzo dito. Queste note smorzate contribuiscono a dare all’accompagnamento della chitarra swing (detto anche “comping”) il suo suono percussivo e trascinante.

L’aspetto interessante di questo stile è che di solito si basa su forme di accordi mobili, cioè che possono essere spostate verso l’alto o verso il basso della tastiera, in modo da poter suonare facilmente la stessa progressione in chiavi diverse. Per esempio, l’Esempio 11 sposta le forme dell’Es. 10 su due tasti, trasponendo la progressione in A maggiore. Si noti l’uso di una forma alternativa per il sesto accordo (A6). Come si è fatto con i pattern boom-chuck, è possibile mescolare le cose non strimpellando sempre gli accordi completi. L’esempio 12 mostra una buona possibilità, nella tonalità di G. Puntate sulla corda più bassa nelle battute 1 e 3 – non importa se toccate anche le corde 5 e 4 – e strimpellate gli accordi completi nelle battute 2 e 4. Una volta acquisita la padronanza degli esercizi di questa lezione, non solo avrete un miglior senso del tempo,
ma sarete anche meglio equipaggiati per suonare la chitarra di accompagnamento alla vostra prossima jam session.

Consiglio per i principianti #4
Quando si lavora sui ritmi della chitarra swing, le mani possono iniziare a stancarsi, poiché questo stile utilizza principalmente voicings chiusi e molti muting. Non esagerate! Esercitatevi con questi esempi di swing per cinque minuti alla volta, e la vostra mano fretting costruirà i muscoli necessari prima che ve ne accorgiate.

Passa al livello successivo

Ecco una progressione di accordi swing presa in prestito da “That’s Where the West Begins” di Patsy Montana, che costituisce un esercizio impegnativo. Introduce alcuni movimenti cromatici, da F#6 a G6 (che suonano come A6-Bb6, a causa del capotasto) e nuove forme di accordi: la nona e la settima diminuita, comunemente ascoltate nello swing. Inoltre, c’è un sacco di muting. Esercitatevi con questo esempio lentamente all’inizio, fino a quando non riuscirete a suonare al ritmo che vi propongo nel video allegato.

Cathy Fink è una polistrumentista vincitrice di un Grammy Award con sede nell’area di Washington. Insegna chitarra bluegrass e americana e si esibisce in tutto il mondo con la sua compagna, Marcy Marxer.

Acoustic guitar rhythm and timing lesson music notation sheet 1Acoustic guitar rhythm and timing lesson music notation sheet 2Acoustic guitar rhythm and timing lesson music notation sheet 3

Questo articolo è apparso originariamente nel numero di marzo/aprile 2022 della rivista Acoustic Guitar.


weekly workout - get your fingers moving with a series of interesting technical exercises

Altre storie
La Thailandia getta le basi per un’industria turistica amica delle criptovalute
La Thailandia getta le basi per un’industria turistica amica delle criptovalute