La Banca di Russia intensifica gli sforzi per l’emissione di rublo digitale a causa delle sanzioni

La Banca di Russia intensifica gli sforzi per l’emissione di rublo digitale a causa delle sanzioni

Bank of Russia Steps Up Efforts to Issue Digital Ruble Due to Sanctions

La Banca centrale russa (CBR) ha accelerato lo sviluppo del rublo digitale in risposta alle sanzioni occidentali. L’autorità monetaria intende ora sperimentare le transazioni con la nuova versione del fiat nazionale all’inizio del 2023 anziché nel 2024, come inizialmente previsto.

La CBR lancerà transazioni e contratti intelligenti con il rublo digitale già il prossimo anno

Le sanzioni imposte per l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca hanno convinto la Banca di Russia ad accelerare lo sviluppo della versione digitale del rublo, ha riferito l’edizione in lingua russa di Forbes, citando il primo vicepresidente della CBR Olga Skorobogatova. Lo ha rivelato durante un incontro organizzato dall’Associazione delle banche della Russia.

L’alto funzionario ha sottolineato che la banca centrale russa aveva inizialmente programmato il progetto pilota del rublo digitale con transazioni e utenti reali per il 2024, ma è stato deciso di lanciarlo nell’aprile 2023. Allo stesso tempo, il regolatore vuole anche iniziare a implementare contratti intelligenti basati sull’infrastruttura del rublo digitale.

La scorsa primavera la Banca centrale russa ha annunciato che il prototipo del rublo digitale sarà pronto entro la fine del 2021 e che dedicherà il 2022 alla sperimentazione con la partecipazione delle banche commerciali. Ha iniziato a testare la piattaforma nel febbraio di quest’anno e ha annunciato il successo dei primi trasferimenti tra portafogli individuali nel corso dello stesso mese.

Gli utenti hanno potuto aprire portafogli di rubli digitali tramite applicazioni mobili, scambiare la normale moneta elettronica dai loro conti bancari con rubli digitali e poi trasferire le monete tra di loro, ha precisato la CBR. In quell’occasione, Skorobogatova ha assicurato che le transazioni in valuta digitale saranno gratuite per tutti i russi e disponibili in ogni regione del Paese.

Finora una dozzina di banche russe ha chiesto di entrare a far parte del gruppo pilota del progetto e tre di esse hanno già collegato i loro sistemi alla piattaforma della banca centrale per la moneta digitale (CBDC). Due degli istituti finanziari hanno completato con successo un ciclo completo di trasferimenti di rubli digitali tra i clienti, ha rivelato la CBR nel suo annuncio.

La Banca di Russia ha iniziato a testare il rublo digitale in mezzo a disaccordi con il Ministero delle Finanze sul futuro delle criptovalute in Russia. Mentre il ministero vuole che siano legalizzate e regolamentate, l’autorità monetaria ha proposto un divieto generalizzato sulle attività legate alle criptovalute. Le discussioni sulla questione continuano a Mosca, ma la banca centrale mantiene la sua posizione rigida, insistendo sul fatto che la legalizzazione della loro circolazione comporta rischi per la stabilità finanziaria del Paese e per i suoi cittadini.

Forbes cita gli analisti di Fitch che prevedono che la CBR continuerà a sostenere il divieto delle criptovalute decentralizzate per fare spazio allo sviluppo di una propria valuta digitale. Essi suggeriscono inoltre che l’emergere di un rublo digitale potrebbe portare a un deflusso di fondi dai depositi nel sistema bancario, a una maggiore concorrenza nel mercato finanziario e a un aumento dei tassi di interesse.

Tag in questa storia

Banca di Russia, CBDC, CBR, Banca centrale, cripto, criptovalute, criptovalute, moneta digitale, rublo digitale, invasione, progetto pilota, progetto pilota, regolamento, regolamenti, Russia, russi, sanzioni, test, prove, Ucraina, guerra

Pensate che la Banca di Russia riuscirà a emettere il rublo digitale entro aprile 2023? Ditecelo nella sezione commenti qui sotto.

Lubomir Tassev

Lubomir Tassev è un giornalista dell’Europa orientale esperto di tecnologia che ama la citazione di Hitchens: “Essere uno scrittore è ciò che sono, piuttosto che ciò che faccio” Oltre a cripto, blockchain e fintech, la politica internazionale e l’economia sono altre due fonti di ispirazione.

While Stocks Rebound, Analysts Discuss Bitcoin's Decoupling, Gold Markets Remain 'Under Pressure'

Wework Co-Founder Adam Neumann's Crypto Project Secures M, Funding Round Led by A16z

Image Credits: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o di vendita, né una raccomandazione o un’approvazione di prodotti, servizi o aziende. Bitcoin.com non fornisce consulenza sugli investimenti, fiscale, legale o contabile. Né l’azienda né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, di eventuali danni o perdite causati o che si presume possano essere causati da o in relazione all’uso o all’affidamento su qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Altre storie
Quando un’azienda supera i guadagni, questo non significa che dovresti comprare
Quando un’azienda supera i guadagni, questo non significa che dovresti comprare