La fiducia delle imprese crolla tra Omicron e aumento dei costi

La fiducia delle imprese crolla tra Omicron e aumento dei costi

Navigazione per le categorie di notizie

La fiducia delle imprese è crollata al suo livello più basso in quasi due anni, mentre le imprese sono diventate più pessimiste in previsione dell’Omicron e dell’aumento delle pressioni sui costi.

New Zealand banknotes, pen and calculator on background with rising trend green line

Foto: 123RF

Il sondaggio mensile dell’ANZ ha mostrato che coloro che pensano che l’economia più ampia si deteriorerà quest’anno è sceso da un 23% netto in dicembre al 52%, il più basso da aprile 2020.

La misura più seguita del punto di vista delle imprese sulle loro prospettive è scesa ad un minimo di 18 mesi del 2 per cento di pessimismo dal 12 per cento di ottimismo del sondaggio precedente.

“Il sondaggio fa una lettura cupa, certamente. Ma questo non è il marzo 2020 e abbiamo un’idea della tempesta in cui ci stiamo dirigendo…La perturbazione sarà intensa, ma relativamente di breve durata”, ha detto Sharon Zollner, capo economista di ANZ.

Il settore del commercio al dettaglio ha avuto il più grande scivolamento nel sentimento, mentre le imprese hanno generalmente tagliato le loro aspettative di profitti, esportazioni, occupazione e investimenti.

Gli intervistati si aspettavano prezzi più alti, quasi tre su quattro si aspettavano di aumentare i propri prezzi, e un livello simile trovava difficile ottenere finanziamenti.

ANZ chief economist Sharon Zollner.

Sharon Zollner, capo economista della ANZ Foto: RNZ / DOM THOMAS

Zollner ha detto che le imprese e le famiglie rimarranno sotto pressione una volta che Omicron avrà raggiunto il picco.

“Ma sia prima che dopo questa epidemia, le imprese devono affrontare costi alle stelle, estrema carenza di manodopera e interruzioni di trasporto che continuano a peggiorare.

“Dal lato della domanda, le famiglie stanno affrontando tassi d’interesse più alti, prezzi delle case in calo e un vizioso aumento del costo della vita.

“Tutto sommato, il 2022 si preannuncia come un anno impegnativo dal punto di vista economico, e superare l’inflazione super-carica senza una vera e propria recessione sembra sempre più difficile”, ha detto Zollner.

Ha detto che l’inflazione potrebbe raggiungere l’8% all’anno, ben al di sopra delle stime della Reserve Bank, che non ha lasciato alternative se non quella di continuare ad alzare il tasso ufficiale.

“E ora gli sviluppi geopolitici globali minacciano ancora più inflazione importata attraverso i mercati energetici. Allacciate le cinture”

Prendi l’app di RNZ

per notizie e attualità senza pubblicità

Download from Apple App Store Download from Google Play Store

Altre storie
Amazon New World viene lanciato su PC ed è un successo immediato
Amazon New World viene lanciato su PC ed è un successo immediato