L’UE prende di mira i beni crittografici nelle sanzioni allargate contro la Russia e la Bielorussia

L’UE prende di mira i beni crittografici nelle sanzioni allargate contro la Russia e la Bielorussia

EU Targets Crypto Assets in Widened Sanctions Against Russia, Belarus

L’Unione Europea sta estendendo la portata delle sanzioni introdotte in risposta all’invasione russa dell’Ucraina, con l’ultimo accordo tra gli stati membri che menziona specificamente i beni crittografici. Sono stati presi di mira oligarchi russi, senatori e banche bielorusse.

Le sanzioni europee classificano gli asset cripto come titoli per chiudere le scappatoie per la Russia

Mercoledì, la Commissione europea ha accolto con favore un nuovo accordo tra i 27 membri dell’Unione europea per modificare i regolamenti del blocco che impongono sanzioni alla Russia – per la sua aggressione militare in Ucraina – e alla Bielorussia, per il suo coinvolgimento. I cambiamenti sono destinati a garantire che le restrizioni non possano essere aggirate.

Stiamo stringendo ulteriormente la rete di sanzioni in risposta all’aggressione militare della Russia contro l’Ucraina

-Elenco 160 individui: oligarchi, membri del Consiglio della Federazione Russa
-Settore bancario bielorusso
-Esportazione di tecnologia di navigazione marittima in Russia
-Aggiungimento di criptovalute

– Ursula von der Leyen (@vonderleyen) 9 marzo 2022

Alcune delle nuove sanzioni per la Russia stanno colpendo altri 160 individui che partecipano ad azioni che minacciano la sovranità dell’Ucraina. Il gruppo comprende 14 oligarchi e importanti uomini d’affari, nonché 146 membri del Consiglio della Federazione, la camera alta del parlamento russo, che hanno ratificato la decisione di Mosca di riconoscere le repubbliche secessioniste di Donetsk e Lugansk.

ТLe misure europee si applicano ora a un totale di 862 individui russi e 53 entità. E poiché sono cresciute le preoccupazioni che il governo e le élite russe possano usare le criptovalute per aggirare le sanzioni occidentali, anche i beni cripto sono stati presi di mira. Questi ultimi sono ora elencati sotto la categoria “titoli trasferibili”. L’annuncio ha notato:

L’UE ha confermato l’intesa comune che i prestiti e il credito possono essere forniti con qualsiasi mezzo, compresi i beni cripto, così come ha ulteriormente chiarito la nozione di “titoli trasferibili”, in modo da includere chiaramente i cripto-asset, e quindi garantire la corretta attuazione delle restrizioni in atto.

L’Unione europea sta anche prendendo provvedimenti per limitare le opzioni per la Russia di eludere le sanzioni attraverso la Bielorussia. Diverse banche bielorusse – Belagroprombank, Bank Dabrabyt, e la Development Bank of the Republic of Belarus, così come le loro filiali nazionali – sono state tagliate da SWIFT, il sistema globale di messaggistica interbancaria.

Sono state vietate anche alcune transazioni con la Banca Centrale di Bielorussia, come quelle relative alla gestione dei beni e al finanziamento degli investimenti. Gli emendamenti mirano anche a “limitare significativamente gli afflussi finanziari dalla Bielorussia verso l’UE, vietando l’accettazione di depositi superiori a 100.000 euro da cittadini o residenti bielorussi.”

L’aggiunta dei crypto asset arriva nonostante l’UE stia ancora lavorando sui suoi regolamenti sulle criptovalute. La proposta Markets in Crypto Assets (MiCA) è stata presentata questa settimana al Parlamento europeo e la sua commissione per gli affari economici e monetari (ECON) voterà sulla proposta il 14 marzo.

Il mese scorso, dopo che la Russia ha attaccato l’Ucraina, il presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde ha sollecitato le autorità dell’UE ad approvare rapidamente il pacchetto normativo al fine di negare a Mosca la possibilità di impiegare le criptovalute per aggirare le sanzioni europee.

Tag in questa storia

banche, Bielorussia, bielorusso, Crypto, crypto assets, Criptovalute, Criptovalute, UE, Europa, Unione Europea, Oligarchi, Regolamento, Regolamenti, restrizioni, Russia, russo, Sanzioni, Swift, Ucraina, ukraina

Pensi che le nuove restrizioni dell’UE possano impedire alla Russia di usare le criptovalute per aggirare le sanzioni? Condividi i tuoi pensieri sull’argomento nella sezione commenti qui sotto.

Lubomir Tassev

Lubomir Tassev è un giornalista dell’Europa orientale esperto di tecnologia a cui piace la citazione di Hitchens: “Essere uno scrittore è ciò che sono, piuttosto che ciò che faccio” Oltre a crypto, blockchain e fintech, la politica internazionale e l’economia sono altre due fonti di ispirazione.

Mega Awakening — Whale Transfers 429 'Sleeping Bitcoin' From 2010 Worth Over .8 Million

santander

Image Credits: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, o una raccomandazione o approvazione di qualsiasi prodotto, servizio o società. Bitcoin.com non fornisce consigli di investimento, fiscali, legali o contabili. Né l’azienda né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causata o presunta causata da o in connessione con l’uso o l’affidamento a qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Altre storie
Asus GeForce RTX 3070 Noctua Edition ufficialmente dettagliata
Asus GeForce RTX 3070 Noctua Edition ufficialmente dettagliata