L’Uzbekistan permette ai residenti di scambiare criptovalute sulle borse locali

L’Uzbekistan permette ai residenti di scambiare criptovalute sulle borse locali

Uzbekistan Allows Residents to Trade Cryptocurrencies on Local Exchanges

Le modifiche alle norme che regolano le attività degli scambi di criptovalute in Uzbekistan consentono ora ai residenti di scambiare monete su piattaforme autorizzate. In precedenza gli uzbeki potevano solo vendere i loro beni digitali. Le nuove disposizioni regolano anche l’emissione di token e la loro quotazione.

L’Uzbekistan allenta le restrizioni sul trading interno di criptovalute

Gli uzbeki saranno in grado di scambiare valute digitali sulle borse cripto autorizzate del paese. Questo è diventato possibile dopo che l’Agenzia Nazionale per la Gestione dei Progetti (NAPM) sotto il presidente Shavkat Mirziyoyev ha recentemente modificato le regole relative al commercio locale di criptovalute.

Secondo i nuovi regolamenti, i residenti dell’Uzbekistan possono acquistare, vendere e scambiare criptovalute a livello nazionale per la loro valuta nazionale, ha riferito Forklog, citando un decreto emesso dal direttore dell’agenzia. I non residenti sono autorizzati a scambiare criptovalute per fiat stranieri.

L’Uzbekistan ha legalizzato il trading di criptovalute nel 2018, ma alla fine del 2019 il governo ha vietato ai residenti locali di acquistare criptovalute. Potevano solo vendere. L’ente regolatore ha spiegato che la revoca delle restrizioni ha a che fare con i cittadini che cambiano il loro approccio all’investimento in criptovalute che è diventato “più razionale ed equilibrato.”

Nel settembre di quest’anno, il NAPM ha messo in guardia contro il trading su piattaforme non registrate, ricordando ai residenti che in conformità con il decreto presidenziale “Sulle misure per sviluppare l’economia digitale nella Repubblica dell’Uzbekistan” e la legge “Sulle procedure di licenza e notifica”, le operazioni di scambio cripto sono soggette a licenza.

Gli emendamenti riguardano anche l’emissione e il commercio di token digitali. L’Agenzia Nazionale per la Gestione dei Progetti vieta la quotazione di token non garantiti sulle borse locali. I regolamenti definiscono i token come un’unità di conto garantita da una proprietà tangibile o di altro tipo e utilizzata per attirare investimenti, NAPM ha dettagliato.

Le autorità di Tashkent hanno mantenuto un atteggiamento generalmente positivo verso lo spazio crypto. Nel gennaio 2020, hanno annunciato piani per stabilire un pool nazionale di mining, creare una valle di blockchain, introdurre esenzioni fiscali sulle criptovalute e stabilire uno scambio di criptovalute. Uznex, una piattaforma di trading di asset digitali gestita dall’entità sudcoreana Kobea Group, è stata lanciata più tardi lo stesso mese.

Tuttavia, l’uso delle criptovalute come mezzo di pagamento per beni e servizi è ancora vietato nel paese dell’Asia centrale. A settembre, la Banca centrale dell’Uzbekistan ha escluso l’idea che bitcoin e il resto possano essere riconosciuti come valuta legale nel paese. Questo è improbabile che cambierà mai, un alto funzionario è stato citato per affermare.

Tag in questa storia

Bitcoin, asia centrale, Coins, Crypto, crypto assets, crypto exchanges, crypto trading, Cryptocurrencies, Cryptocurrency, Digital Assets, monete digitali, Exchanges, Investors, licensed exchanges, licenses, licensing, non residenti, permission, residents, restrictions, Traders, Trading Platforms, Uzbekistan, Uzbekistani

Ti aspetti che l’Uzbekistan allenti ulteriormente i suoi regolamenti sulle criptovalute? Facci sapere nella sezione commenti qui sotto.

Crypto Exchange Binance Explains Its 'Rare' Dogecoin Issue — Resumes DOGE Withdrawals

Crypto Exchange Kraken Now Supports Shiba Inu — SHIB Trading to Begin Tomorrow

Image Credits: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, o una raccomandazione o approvazione di qualsiasi prodotto, servizio o società. Bitcoin.com non fornisce consigli di investimento, fiscali, legali o contabili. Né l’azienda né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causata o presunta causata da o in connessione con l’uso o l’affidamento su qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Altre storie
Sega potrebbe abbandonare gli esperimenti NFT se percepiti dai giocatori come una presa di soldi
Sega potrebbe abbandonare gli esperimenti NFT se percepiti dai giocatori come una presa di soldi