‘No Bullshit and Be Honest’: Camila Cabello parla di ‘Familia,’ Roe v. Wade, e veri amici

‘No Bullshit and Be Honest’: Camila Cabello parla di ‘Familia,’ Roe v. Wade, e veri amici

“Se non voglio fare qualcosa, non mentire. Basta essere come, ‘Mi dispiace, non è per me in questo momento,'” dice Cabello. “Questo ti lascia con le persone nella tua vita che ti amano davvero per te”

'No Bullshit and Be Honest': Camila Cabello parla di 'Familia,' Roe v. Wade, e veri amici

Camila CabelloPer gentile concessione della Pepsico

Met Gala: ucciso. Nuovo album: uscito. Salute mentale: sotto controllo. Il 2022 di Camila Cabello è stato pieno di guarigione e di alti, mentre lei continua a rincorrere il successo del suo terzo album, Familia. L’LP Spanglish era un mix di reggaetón, mariachi e perfezione pop, ed è servito come un vero e proprio sguardo introspettivo nella vita e nella psiche della cantante di “Boys Don’t Cry” – e cavolo, la Cabello ne è orgogliosa.

“Oh mio Dio, mi sento così bene”, dice a Rolling Stone con un sorriso morbido su Zoom. “In questo momento sono davvero grata che ‘Bam Bam’ si sia connesso con la gente. Mi sto concentrando solo sulla celebrazione di questo. Mi piace così tanto, cazzo”.

L’LP senza salti presenta collaborazioni con Ed Sheeran, María Becerra, Willow e Yotuel, tra gli altri. Ha anche promosso alcuni dei suoi testi più personali, come ha cantato in “Psychofreak”, “A volte non mi fido del modo in cui mi sento/sul mio Instagram parlando di, ‘Sono guarito,’/Preoccupandomi se ho ancora sex appeal/Spero di non cadere da questa collina.”

Come per l’album, un viaggio sulle pagine dei social media della Cabello la vede condividere una simile franchezza. Spesso condivide promemoria sulla salute mentale (“È salvifico parlarne”, dice) ed eleva le voci degli attivisti che si battono per gli immigrati, i diritti LGBTQ e i diritti riproduttivi (“È tragico [that] che le persone colpite non abbiano voce in capitolo”, ha detto recentemente a Variety) In altre parole, la Cabello mantiene la realtà.

Settimane dopo aver pubblicato il suo terzo album, e prima della sua performance alla cerimonia di apertura della Pepsi alla finale della UEFA Champions League 2022 alla fine di questo mese, la cantante ha parlato a Rolling Stone via Zoom della sua vulnerabilità lirica, dell’importanza di “Real Friends,” e del perché è così esplicita sulla sua salute mentale:

Non so cosa hai messo in “Hasta Los Dientes,” ma quella canzone colpisce.
[Laughs] Oh mio Dio. Ho visto solo ieri l’ultima parte del video musicale. È una specie di vibrazioni spaziali; come una performance su un’astronave.

Qual è la tua canzone preferita su Familia?
“No Doubt” L’ho eseguita di recente. La vedrai presto. Ma ho pensato: “Questo è un colpo” C’è qualcosa in quel ritmo reggaetón e nelle melodie. È stata una performance sexy. Mi piace questa canzone.

Ho ricevuto così tanti complimenti. Mentre cammino per New York, e sarò tipo, al parco e qualcuno dirà: “Mi è piaciuto molto, molto il tuo album” E lo diranno così sinceramente che risuonerà. Sono così grato alle persone che si sono collegate profondamente e veramente, e questo mi fa sentire davvero speciale. Ho visto alcuni fan dire: “Mi sembra di conoscerla meglio ora” È di questo che si tratta. Lo adoro, cazzo.

Stavi dicendo che la gente dice di averti conosciuto un po’ meglio. C’è questa profonda vulnerabilità che spicca nell’LP. È stato catartico per te?
Onestamente è stato un cambiamento di vita per me. E mi sento così grato di poterlo dire di un album. Non è qualcosa che mi ha fatto dire: “Sì, è stato bello. E sì, ed eccolo qui” L’intero viaggio per me è stato come essere in grado di essere in una stanza dove mi sento come se avessi toccato l’essere davvero vulnerabile e davvero onesto. E parlare di cose che ho passato e di cui non avevo mai parlato prima è stato davvero curativo per me. Mi ha reso molto più aperto e vulnerabile nelle mie amicizie, e poi nelle mie performance, e poi nelle mie interviste. Ha avuto questo effetto domino su ogni altra area della mia vita.

In questo album, hai il tuo nucleo di collaboratori e addirittura gridi [Shawn Mendes songwriter] Scotty [Harris] in una delle canzoni. Come scegli i tuoi collaboratori? E perché è così importante avere le persone giuste intorno a te?
Sento che scegliere i collaboratori è importante quanto scegliere gli amici o il partner romantico. Deve essere qualcuno con cui mi sento al sicuro, qualcuno di cui mi fido, con cui so che potrei parlare di tutto, e potrei parlare dei pensieri più incasinati che ho. E loro diranno: “Oh, interessante. Questo è forte. Dovremmo esplorarlo di più” Sono le stesse qualità che cerco in ogni relazione. Sono solo brave persone con cui sento di poter essere me stesso, perché questo influenza la musica. Sono stato in stanze in cui non mi sembrava di poter essere totalmente me stesso. Mi sentivo come se dovessi mettere su uno spettacolo e questo cambia la musica perché la musica improvvisamente suona così. È come se ti stessi soffocando.

Hai parlato a Variety di fiducia e di imparare a dire di no. Cosa ti ha portato ad acquisire questa sorta di fiducia in te stesso?
Ho molti insegnanti nella mia vita e stavo pensando al mio amico Alok V Menon. Sono un poeta e un artista non binario. Mi ricordano sempre quando ho delle insicurezze, o quando sto compiacendo la gente, o quando non sono onesto con qualcuno perché non voglio ferire i suoi sentimenti. Saranno letteralmente come: “Devi smettere di compiacere le persone e iniziare a compiacere te stesso” E penso che gli insegnanti intorno a me nella mia vita – e a volte arrivano sotto forma di un terapeuta, o un libro, o un amico – mi ispirano davvero. Quando ci frequentiamo, sembra quasi che ci sia la regola non detta del tipo: “Niente stronzate e sii onesto” E sento che questo viene anche dal dire di no. Se non voglio fare qualcosa, non mentire; basta essere come, “Mi dispiace, non fa per me in questo momento” Sento che questo ti lascia con le persone nella tua vita che ti amano davvero per quello che sei e ti conoscono per quello che sei.

Gli amici che ho nella mia vita ora diranno: “Ragazza, onestamente, sono così orgogliosa di te per esserti presa cura di te. Tipo sì, ascolta quella voce. Prendi quel tempo da introversa. Prenditi cura di te. Continua a farlo” Ci sono persone che lo capiscono e lo incoraggiano.

Mi piace. Sei stato così aperto sulla salute mentale e penso che come latino, è qualcosa che è sempre come, “Non parlare di quella merda” Perché è stato così cruciale per te parlare?
Ci sono diversi gradi in cui le persone lottano con la salute mentale, ma penso che, sia che si tratti di una cosa che ti cambia la vita o che ti salva la vita, quando imbottigli quella merda e fingi, ti mangia la salute. Mangia via la tua energia. È così dannoso e credo pienamente che il trauma e la salute mentale siano salute fisica. È una crisi di salute pubblica [and], la gente non ne parla. Porta a tanta malattia nel mondo, tanta violenza nel mondo, tanta malattia mentale nel mondo.

Avendo queste conversazioni – specialmente nella comunità latina – sento che voglio parlarne di più in spagnolo e anche con quella comunità. Anche parlarne con la mia famiglia è così diverso. C’è un tale stigma, e sei percepito come debole o non forte, o come, “Cazzo, esci di lì” Specialmente in certe culture, questo è il messaggio e uccide le persone. È così necessario per noi essere in grado di parlare dell’esperienza umana, che a volte è difficile.

“Credo pienamente che il trauma e la salute mentale siano salute fisica”

Lei ha parlato apertamente delle recenti notizie riguardanti i diritti all’aborto e Roe v. Wade. Cosa ti ha spinto a parlare?
Sono onestamente furiosa. Come lo sono molte donne. Sentendo le storie delle donne, sentendo le storie delle amiche, e conoscendo me e il mio corpo come donna. C’è questa citazione che “la gravidanza forzata è letteralmente una forma di tortura”, non importa quali siano le circostanze. Sia che si tratti di un’aggressione sessuale o che semplicemente non sei pronta emotivamente, finanziariamente o fisicamente. È pazzesco che una cosa come un errore possa letteralmente cambiare la vita di una donna per sempre, specialmente le donne che finanziariamente non hanno le risorse. Perché è così vero che le donne ricche continueranno comunque ad abortire. Solo che colpirà le donne che non possono [afford them].

Stai andando a Parigi per la finale di Champions League. Tuo padre è messicano. Sei una grande appassionata di calcio?
Probabilmente una volta all’anno! Guardo la Coppa del Mondo perché ci sono tutti i paesi dell’America Latina. Di tutti gli sport, il calcio è quello che capisco perché non capisco nessuno degli altri, ma capisco il calcio. Ed è quello che ho più voglia di vedere. Ho sempre voluto andare ad una partita di calcio. Questo è un ottimo modo per farlo. E poi, sai, vengo anche per i ragazzi, tesoro. Adoro i ragazzi che giocano a calcio!

Potresti accennare alla tua performance?
Sicuramente canterò, ci sarà un po’ di Familia. Ci sarà un po’ di “Bam Bam” e ovviamente rappresenterò i Latinos, sempre. Sta dando una produzione, quindi sono eccitato.

Da Rolling Stone US.

Altre storie
L’ex amministratore delegato della borsa Mark Karpeles rivela i piani di Airdrop NFT ai clienti di Mt Gox
L’ex amministratore delegato della borsa Mark Karpeles rivela i piani di Airdrop NFT ai clienti di Mt Gox