Slitterhead abbraccerà “più generi” e farà appello a “giocatori che di solito non giocano a giochi horror”, dice lo sviluppatore

Slitterhead abbraccerà “più generi” e farà appello a “giocatori che di solito non giocano a giochi horror”, dice lo sviluppatore

Lo sviluppatore di Slitterhead, Bokeh, ha condiviso ulteriori dettagli sul suo prossimo gioco d’azione-horror.

Rispondendo alle domande poste dai fan attraverso i social media, il team – composto dal CEO e creatore Keiichiro Toyama, dal direttore del gioco e CTO Junya Okura, più il COO e produttore Kazunobu Sato – ha offerto alcuni allettanti stuzzichini sul nuovo titolo, compresa la speranza che possa attrarre “i giocatori che di solito non giocano a giochi horror”.

“Il gioco non entra completamente nel genere horror. Si estende su più generi in cui si esprime l’orrore. Da lì, ho voluto ampliare la base di giocatori che potevano accedere al gioco, compresi i giocatori che di solito non giocano a giochi horror”, ha detto Toyama, come trascritto da PC Gamer.

“Volevo un gioco che potesse essere apprezzato per la sua azione, ma il cui concetto non ruota esclusivamente intorno all’uccisione dei nemici. Mette in conflitto la mente, rendendo i giocatori riluttanti a partecipare a certi combattimenti. Voglio ottenere sia l’azione che il dramma con questo gioco”

Detto questo, non sarà del tutto privo di sorprese – anche nelle “parti più lente”.

“C’è un aspetto di terrore che voglio includere anche se il gioco è più orientato all’azione”, ha aggiunto Okura. “Ci sono anche alcuni momenti lenti e veloci. Mi piacerebbe includere alcuni elementi horror nelle parti più lente, bilanciandoli con i momenti di azione frenetica”.

E per tutti i fan di Silent Hill, Toyama potrebbe non avere ancora intenzione di rivisitare quel tipo di gioco – ma vuole rivisitare l’horror psicologico “un giorno”.

“Voglio fare un giorno qualcosa con alcuni temi classici dell’horror psicologico come ho fatto con Silent Hill”, ha detto Toyama. “Tuttavia, preferirei farlo lavorando con risorse davvero limitate, come il budget o dovendo concentrarmi su un solo individuo. In questo momento, abbiamo uno staff con la capacità di lavorare sull’azione. Voglio sfruttare le loro capacità per andare in un’altra direzione. Tuttavia, un giorno voglio anche fare qualcosa di più personale”.

Potete guardare la sessione di domande e risposte qui sopra, con sottotitoli in inglese (oltre che in arabo, giapponese, portoghese, spagnolo e russo).

Keiichiro Toyama – il creatore e regista di Silent Hill, Siren, Gravity Rush e altri – ha presentato il suo ultimo progetto horror, Slitterhead, a dicembre. È il lavoro del nuovo studio di Toyama, Bokeh, che ha fondato dopo aver lasciato SCE Japan Studio alla fine del 2020.

Bokeh, che è anche la casa di molti altri ex allievi di SCE Japan Studio – tra cui il lead designer di Gravity Rush Junya Okura e Kazunobu Sato – ha confermato che il suo primo progetto vedrà Toyama tornare alle sue radici horror nel febbraio 2021.

Altre storie
Chainlink [LINK] – Gli investitori al dettaglio dovrebbero aspettarsi più “caccia alle balene” in giro
Chainlink [LINK] – Gli investitori al dettaglio dovrebbero aspettarsi più “caccia alle balene” in giro