Stai usando i dati giusti per alimentare la tua trasformazione digitale?

Stai usando i dati giusti per alimentare la tua trasformazione digitale?

La maggior parte delle aziende tradizionali si basa su dati episodici, generati da eventi discreti come la spedizione di un componente da un fornitore o la vendita di un prodotto. Il potere esplosivo delle piattaforme digitali, d’altra parte, deriva dal loro uso di dati interattivi, trasmessi dagli utenti che interagiscono con le piattaforme. Sfruttare il potere dei dati interattivi è sempre più possibile per le aziende legacy ora, grazie ai sensori e all’internet delle cose (IoT). Passare dai dati episodici a quelli interattivi non è facile. Eppure è una parte essenziale delle iniziative di trasformazione digitale di qualsiasi azienda legacy. Per rimanere rilevanti nell’era moderna, le aziende legacy devono trovare il modo di sfruttare la potenza dei dati interattivi in tempo reale.

I dati di per sé non sono una novità, ma il loro potere di guidare il valore del business nei tempi moderni è senza precedenti. Questo potere è più evidente nei modelli di business delle piattaforme digitali come Facebook, Amazon e Google. Ma, per la stragrande maggioranza delle aziende tradizionali che operano con modelli di business guidati dalla catena del valore, questo ritrovato potere dei dati rimane inutilizzato. Una ragione chiave che le sta trattenendo è il loro approccio tradizionale alla raccolta e all’utilizzo dei dati.

La maggior parte delle aziende tradizionali si basa su dati episodici, generati da eventi discreti come la spedizione di un componente da un fornitore o la vendita di un prodotto. Il potere esplosivo delle piattaforme digitali, d’altra parte, deriva dal loro uso di dati interattivi, trasmessi dagli utenti che interagiscono con le loro piattaforme – come la pubblicazione di like su Facebook o la ricerca su Google. Facebook e Google insieme possiedono quasi il 50% del mercato pubblicitario digitale da 200 miliardi di dollari negli Stati Uniti grazie a questi dati. E poiché i loro modelli di business sono ancorati a Internet, tutti i loro dati sono interattivi. Non tutte le aziende tradizionali possono aspettarsi di ricavare valore dai dati come hanno fatto Facebook e Google. Ma possono fare molto di più con i dati di quello che era tradizionalmente possibile. Sfruttare il potere dei dati interattivi è possibile anche per le aziende tradizionali, grazie ai sensori e all’internet delle cose (IoT).

Sleep Number è un ottimo esempio di un’azienda tradizionale che sta abbracciando il potere dei dati interattivi. L’azienda utilizza sensori nei suoi materassi, che generano flussi di dati interattivi sulla frequenza cardiaca di un utente, i modelli di respirazione e i movimenti del corpo durante il sonno. Utilizzando questi dati, l’azienda rende i suoi materassi unici per ogni utente. Ma i sensori non devono essere fisicamente incorporati nei prodotti per essere utili – possono essere basati su web o app. Per esempio, il Washington Post genera dati interattivi quando i lettori cercano notizie e articoli di opinione sul loro sito web. I sensori di Allstate Insurance basati su app trasmettono dati su come gli utenti guidano i loro veicoli. Oggi, i sensori sono onnipresenti e disponibili in diverse forme, rendendo possibile per le aziende legacy catturare e utilizzare i dati interattivi in modi senza precedenti.

Attributi dei dati interattivi

Due attributi dei dati interattivi rendono il loro ruolo nei tempi moderni molto più espansivo dei dati episodici: la loro capacità di generare una nuova classe di intuizioni e la loro facilità di condivisione diffusa. Insieme, questi attributi permettono alle aziende legacy di offrire ricche esperienze digitali ed espandere le proposte di valore del business.

Una nuova classe di approfondimenti

I dati hanno sempre fornito approfondimenti. I dati episodici sulle vendite di materassi, per esempio, forniscono intuizioni su quali marchi stanno vendendo, in quali aree geografiche e in quali segmenti. Tipicamente, tali approfondimenti provengono dall’analisi di dati aggregati after-the-fact attraverso categorie di prodotti, aree geografiche o segmenti. Tali approfondimenti sono stati tipicamente condivisi in rapporti giornalieri, settimanali o mensili.

I dati interattivi, d’altra parte, forniscono approfondimenti in tempo reale oltre a quelli a posteriori. I dati interattivi dei materassi, per esempio, generano intuizioni su come un utente sta dormendo in tempo reale. Tali intuizioni possono essere utilizzate, ad esempio, per regolare dinamicamente i contorni di un materasso per migliorare la qualità del sonno. I dati in tempo reale alla fine si trasformano anche in dati after-the-fact per approfondimenti retrospettivi. Ma questi approfondimenti post-fatti sono su argomenti mirati, come i modelli di sonno di ogni singolo utente. Gli approfondimenti puntuali generano ricchi profili di utenti, come la qualità distintiva del sonno di ogni utente e i fattori unici che la influenzano. Sleep Number prevede di utilizzare tali intuizioni dai loro dati per identificare problemi di sonno cronici come l’apnea del sonno e la sindrome delle gambe senza riposo, e alla fine prevedere altre condizioni di salute come le malattie cardiache e gli ictus. Ha recentemente collaborato con la Mayo Clinic per promuovere la loro ricerca sulla scienza del sonno, e prevede di espandere il suo campo di attività dall’essere un produttore di materassi a un’azienda che offre servizi di benessere.

Flussi continui di dati interattivi possono raffinare ulteriormente i profili individuali degli utenti. Le tecnologie cloud permettono alle aziende di mantenere vasti depositi di profili e un continuo approvvigionamento di dati in tempo reale da ogni unità di rilevamento. L’AI, l’apprendimento automatico e l’analisi dei dati amplificano ulteriormente i processi di costruzione degli insight per ogni profilo. Di conseguenza, le aziende possono sfruttare nuove intuizioni dai dati interattivi per offrire caratteristiche di prodotto più personalizzate e nuove esperienze per i clienti, e per generare nuove opportunità di creazione di valore.

Possibilità di condivisione diffusa

Le aziende tradizionali custodiscono attentamente i loro dati episodici per motivi di concorrenza. Raramente condividono questi dati all’esterno. Anche all’interno delle aziende, le loro analisi aggregate e i rapporti sono spesso condivisi selettivamente.

I dati interattivi in tempo reale, invece, possono essere condivisi ampiamente, anche con entità terze. Infatti, la condivisione amplifica il suo valore. I dati interattivi in tempo reale sul sonno di un utente dai materassi intelligenti possono essere condivisi con una serie di oggetti esterni nella stanza – come sistemi di illuminazione, sistemi musicali o televisori. Spegnendo le luci, la musica e i televisori una volta che rileva che un utente sta dormendo, il materasso offre agli utenti un’esperienza di sonno superiore. Allo stesso modo, i dati interattivi in tempo reale dai sensori che rilevano la probabilità di tubi congelati nelle case – se condivisi con i fornitori di servizi designati da un proprietario di casa, possono aiutare le compagnie di assicurazione ad avviare azioni preventive, ed evitare danni costosi. Più entità connesse diventano disponibili per integrare le esperienze degli utenti, più il valore dei dati in tempo reale può essere amplificato quando vengono condivisi con quelle entità.

I dati interattivi in tempo reale sono intrinsecamente transitori. Il suo valore di condivisione esiste solo in tempo reale. Per gli utenti di materassi, il valore è nello spegnere le luci o la musica nel momento in cui si addormentano; per i proprietari di case, è prima che le tubature congelate inizino a perdere acqua. Questo valore per le entità esterne scompare dopo il fatto, poiché non possono più agire significativamente su quei dati. Questa natura transitoria dei dati in tempo reale li rende particolarmente adatti alla condivisione con entità esterne. Le preoccupazioni concorrenziali associate alla condivisione di dati memorizzati dopo il fatto non si applicano qui. Inoltre, poiché la condivisione amplifica il suo valore, c’è un ulteriore incentivo per le aziende a condividere i dati in tempo reale.

La condivisione di dati interattivi in tempo reale è possibile anche a causa di un’esplosione di dispositivi IoT connessi negli ultimi anni. Circa 30 miliardi di beni connessi sono attesi nei prossimi anni, creando vaste opportunità di sfruttare i dati interattivi per esperienze più ricche dei clienti e l’espansione del campo di attività. Le compagnie di assicurazione sulla casa, per esempio, possono ampliare il loro campo d’azione dal risarcimento delle perdite alla prevenzione delle stesse. Le entrate future non sono quindi limitate alle capacità di stima del rischio e alle polizze redditizie. Crescono da nuovi servizi guidati dai dati che prevengono le perdite e offrono riparazioni tempestive.

Passare da dati episodici a dati interattivi non è facile. Eppure è una parte essenziale delle iniziative di trasformazione digitale di un’azienda tradizionale. Per rimanere rilevanti nell’era moderna, le aziende legacy devono trovare il modo di sfruttare il potere dei dati interattivi.

Altre storie
NBA: Doumbouya è un giocatore dei Los Angeles Lakers (off.)
NBA: Doumbouya è un giocatore dei Los Angeles Lakers (off.)