Volo che trasporta indiani dall’Ucraina atterra a Mum

Volo che trasporta indiani dall’Ucraina atterra a Mum

I quattro voli di evacuazione della IAF con 798 indiani dalla capitale rumena Bucarest, da Budapest in Ungheria e dalla città polacca Rzeszow sono atterrati alla base aerea di Hindon qui giovedì mattina, hanno detto le fonti.

Il primo volo della forza aerea indiana che trasporta 200 persone da Bucarest è atterrato all’1.30 del mattino e il ministro di stato dell’Unione per la difesa Ajay Bhatt li ha accolti alla base aerea, hanno notato.

Tutti e quattro i voli IAF sono stati condotti utilizzando aerei da trasporto militare C-17, hanno detto le fonti.

L’India sta evacuando i suoi cittadini attraverso voli speciali dai vicini occidentali dell’Ucraina, come Romania, Ungheria e Polonia, poiché lo spazio aereo ucraino è stato chiuso dal 24 febbraio a causa dell’offensiva militare russa.

Il secondo volo di evacuazione dell’IAF con 210 indiani da Budapest è atterrato alla base aerea di Hindon giovedì mattina, hanno detto le fonti.

Poco dopo il secondo, il terzo volo di evacuazione dell’IAF è arrivato alla base aerea da Rzeszow con 208 indiani, hanno detto, aggiungendo che il quarto volo ha portato 180 indiani da Bucarest.

Quattro ministri dell’Unione sono andati nei vicini occidentali dell’Ucraina per facilitare l’evacuazione dei cittadini indiani.

Hardeep Singh Puri è in Ungheria, Jyotiraditya Scindia è in Romania, Kiren Rijiju è in Slovacchia e V K Singh è in Polonia

#WATCH | MoS Railways Raosaheb Patil Danve interagisce con i cittadini indiani rimpatriati dall’#Ucraina, come Air Indi… https://t.co/rr292jzu22

– ANI (@ANI) 1646268648000

(Cattura tutte le notizie di business, Breaking News Eventi e ultimi aggiornamenti di notizie su The Economic Times.)

Scarica The Economic Times News App per ottenere aggiornamenti quotidiani del mercato e notizie di business in diretta.

Altre storie
Bitmart perde 200 milioni di dollari in un hack eseguito da attaccanti sconosciuti
Bitmart perde 200 milioni di dollari in un hack eseguito da attaccanti sconosciuti